Antigelo a lunga durata…long life

Come ho spesso sottolineato, negli impianti industriali di raffreddamento, è consigliabile utilizzare un fluido antigelo (glicole monoetilenico inibito), miscelato in percentuale adeguata alla temperatura di progetto, allo scopo di prevenire il congelamento ed i relativi danni.

L’antigelo deve però avere determinate caratteristiche per poter essere utilizzato negli impianti, in primo luogo deve essere “INIBITO”, ovvero non sviluppare azioni aggressive di corrosione nelle tubazioni entro le quali circola.

In secondo luogo deve essere “ATTIVO”, in pratica dopo un periodo di utilizzo, l’antigelo decade e perde le sue caratteristiche chimico fisiche, va quindi sostituito.


Entrambe queste due caratteristiche sono intimamente collegate. Il costo della sostituzione dell’antigelo in un impianto, può essere anche parecchio oneroso, in caso di grandi volumi in gioco.

Proprio per questa ragione sono stati sviluppati dei glicoli cosiddetti “long life”, ovvero di lunga durata, che grazie alla loro formulazione chimica, oltre a garantire una maggiore durata, garantiscono una maggiore efficienza di inibizione.

Questi nuovi fluidi antigelo, consentono anche di migliorare lo scambio termico, proprio grazie alla loro azione di inibizione (prevenzione della corrosione) mirata.