Scambiatori a piastre oltre il limite

Tutti conosciamo le peculiarità ed  vantaggi degli scambiatori a piastre.

Le doti di flessibilità, compattezza, potenzialità, sono assolutamente innegabili.

Questi scambiatori hanno però dei limiti relativi alle condizioni di design, legati alla tipologia.

Scambiatori ispezionabili

  • massima pressione di esercizio 25 bar
  • massima temperatura di esercizio 190°C

Scambiatori salobrasati

  • massima pressione di esercizio 40 bar <8solo in alcuni modelli)
  • massima temperatura di esercizio dai 250 ai 300°C (dipende dai modelli)

Quando si superano questi limiti bisogna ritornare ai tradizionali scambiatori di calore a fascio tubiero?

La risposta è NO!!

esiste la soluzione efficace, flessibile, compatta, A PIASTRE, che supera questi limiti.

Sto parlando degli scambiatori di calore a piastre completamente saldati di tipo SHELL AND PLATE.

Si tratta di una tipologia di scambiatori a piastre completamente saldati appunto, che hanno dei coefficienti di scambio degli scambiatori a piastre appunto, ma che per via del tipo di costruzione hanno dei limiti di applicazione molto più elevati, con delle caratteristiche veramente interessanti.

Gli scambiatori di calore a piastre saldate circolari sono nuovi rivoluzionari scambiatori con un fasciame tubolare entro cui viene alloggiato il pacco piastre, formando un’unità in cui si fondono tutte le migliori qualità dei tradizionali scambiatori di calore per ottenere un innovativo, potente e compatto scambiatore di calore a piastre.
L’originale concezione di questo tipo di scambiatore, senza guarnizioni e senza brasature, assicura continuità di servizio in condizioni di stress termico e meccanico, rendendolo particolarmente adatto per, FRAZIONAMENTO GASCHIMICA E PROCESSIENERGIA, OIL & GAS e REFRIGERAZIONE

Questi apparecchi riassumono i pregi dei tradizionali scambiatori a fascio tubero e quelli degli scambiatori a piastre tradizionali:

CAMPO D’APPLICAZIONE:

  • pressioni da –1 ad oltre 200 bar
  • temperature da –200°C a +600°C
  • sopportano alti differenziali di temperatura (280°C) e pressione (80 bar)
  • sopportano stress termici e meccanici
  • bassissime perdite di carico
  • dimensioni e pesi molto ridotti, si inseriscono facilmente nel piping esistente
  • bassa carica
  • totalmente saldati, nessuna guarnizione, né brasature
  • facilmente drenabili
  • facilmente pulibili lato mantello nell’esecuzione ispezionabile
  • facilmente pulibili lato piastre con inversione di ciclo, o con decapaggio chimico.