Energia da rifiuti e reflui zootecnici – 2

Nel precedente articolo, avevo accennato ai principi di questo genere di impianti, ora scendiamo nei dettagli.
Digestione anaerobica e produzione di biogas
La miscela organica una volta pretrattata, viene inviata ad una sezione di digestione anaerobica dove avviene la degradazione della sostanza organica e la produzione di biogas, il tutto  con miscelazione e temperatura controllate.
Il processo di digestione anaerobica avviene all’interno di digestori.
Per il controllo della temperatura di processo, sono previsti scambiatori di calore, tipicamente a piastre, alimentati dall’acqua di raffreddamento del motore del gruppo di cogenerazione.
Il biogas prodotto, contenente una importante percentuale di metano, viene accumulato in un gasometro polmone realizzato con membrana gasometrica (dei grossi “palloni” che identificano immediatamente la tipologia di impianto).
L’impianto è dotato tipicamente di un sistema di desolforazione biologica del biogas, che viene seguito solitamente da un sistema di deumidificazione, in modo da rendere il biogas alle condizioni richieste dai motori che produrranno l’energia.