Torri evaporative all’Università

Applicazione interessante di torri evaporative all’Università di Pisa, impiegate per il raffreddamento dei banchi prova del Laboratorio Rotordinamica in funzione nel Centro di Ricerca Meccanica delle turbomacchine dell’ateneo.

torri-evaporative-universia-pisa
L’università, che impiega già altre torri evaporative per provvedere al raffreddamento di altri laboratori, ha di recente installato una nuova torre evaporativa a circuito chiuso, indicata per preservare inalterata la qualità del fluido da raffreddare, escludendo il contatto con l’aria.


Il raffreddatore consente lo smaltimento del calore prodotto durante il funzionamento di due banchi prova impiegati nel Laboratorio Rotordinamica, con una potenza totale di circa 1 MW. La torre deve smaltire una potenza di 700 kW, con temperatura del fluido in ingresso a 50° C e temperatura in uscita a 35°C, e potenza elettrica installata di 3,3 kW per i motori e di 1,5 kW per la pompa di ricircolo acqua.

torre-evaporativa-raffreddamento-banchi-prova-pisa

Situato all’interno del Parco Protetto di San Rossore, il laboratorio occupa una superficie di 200 mq, e per garantire il basso impatto ambientale e la silenziosità del processo di raffreddamento, la torre evaporativa installata è dotata di speciali accorgimenti tecnici per abbattere i livelli di rumorosità.

– motori elettrici a basso numero di giri, accoppiati a ventole con pale dallo speciale profilo aerodinamico
– guaina fonoassorbente
– pareti facilmente apribili per garantire rapido e totale accesso alle parti interne
– pareti laterali e vasca raccolta acqua realizzate con speciale colorazione richiesta dal cliente, onde garantire l’integrazione nell’ambiente del parco circostante

Il laboratorio è stato ampliato nell’ambito del Progetto Atene, acronimo di advanced technologies for energy efficiency, cofinanziato da Regione Toscana e sviluppato dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università di Pisa.